INEA - Archivio Digitale >
INEA, Istituto nazionale di economia agraria >
Periodici >
Bollettino Politiche strutturali per l'agricoltura >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://dspace.inea.it/handle/inea/1238

Titolo: Bollettino Politiche strutturali per l'agricoltura. N. 8 (ott.-dic. 1999)
Titoli alternativi: Bollettino dell'Osservatorio politiche strutturali. N. 8 (ott.-dic. 1999)
Politiche strutturali per l'agricoltura. N. 8 (ott.-dic. 1999)
Autore: INEA
Osservatorio sulle politiche strutturali
Mantino, Francesco
Viganò, Laura
Petroli, Salvatore
Zumpano, Catia
Gatto, Emilio
Caldarini, Carlo
Calamandrei, Silvia
Cavazza, Donata
Caden, Stella
Samperi, Marilena
Monteleone, Alessandro
Data: 2000
Editore: INEA
Abstract: A poco più di un anno dall’approvazione dei regolamenti comunitari scaturiti da Agenda 2000, che ha ridisegnato la PAC per il periodo 2000-2006, ci troviamo oggi a raccogliere i primi frutti di un intenso e proficuo lavoro di programmazione, svolto a livello regionale e nazionale, nell’ambito dei Fondi strutturali destinati allo sviluppo rurale. Le Iniziative Comunitarie costituiscono dei programmi speciali dei Fondi strutturali che la Commissione Europea propone agli Stati Membri con la finalità di sostenere e diffondere approcci innovativi nella risoluzione di problemi specifici, che hanno un impatto significativo su tutto il territorio europeo. A quasi due anni dal suo inizio, la lunga fase di programmazione degli interventi strutturali per il periodo 2000-2006 è entrata finalmente nella sua fase cruciale, quella dell’approvazione formale dei piani da parte della Commissione. Le Misure previste dal Piano di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2000-2006 si suddividono in tre assi prioritari, quali sostegno alla competitività delle imprese, ambiente e sviluppo locale integrato, secondo quanto riportato nel prospetto 1. La Provincia Autonoma di Trento ha redatto il proprio Piano di Sviluppo Rurale nel rispetto delle norme contenute nei regolamenti comunitari che riguardano lo sviluppo rurale e i Fondi strutturali (Regg. (CE) 1257/99, 1750/99 e 1260/99), coinvolgendo l’intero territorio provinciale. Nel 1993, a seguito delle elezioni amministrative svoltesi con il nuovo sistema elettorale, molti Sindaci insediati si resero conto che le aree del Mezzogiorno, da loro amministrate, correvano il rischio concreto di rimanere ai margini del processo di integrazione europea. Così come l’attività di monitoraggio, anche quella di valutazione sta cominciando a diffondersi in modo sistematico presso tutte le amministrazioni nazionali e regionali che gestiscono i programmi cofinanziati dall’Unione europea, grazie soprattutto ai cambiamenti nel quadro legislativo comunitario che regola il funzionamento dei Fondi strutturali.
URI: http://dspace.inea.it/handle/inea/1238
È visualizzato nelle collezioni:Pubblicazioni
Bollettino Politiche strutturali per l'agricoltura

File in questo documento:

File Descrizione DimensioniFormato
SE5-873.pdf2,22 MBAdobe PDFMiniatura
Visualizza/apri


Questo documento è protetto dal copyright originale

Statistiche

Tutti i documenti archiviati in DSpace sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.

 

ADInea è un servizio dell'Istituto Nazionale Di Economia Agraria | Via Nomentana 41 00161 Roma
Powered by DSpace versione 3.2 - Feedback
Tutti i diritti sono riservati