INEA - Archivio Digitale >
INEA, Istituto nazionale di economia agraria >
Periodici >
Bollettino Politiche strutturali per l'agricoltura >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://dspace.inea.it/handle/inea/1237

Titolo: Bollettino Politiche strutturali per l'agricoltura. N. 5 (gen.-mar. 1999)
Titoli alternativi: Bollettino dell'Osservatorio politiche strutturali. N. 5 (gen.-mar. 1999)
Politiche strutturali per l'agricoltura. N. 5 (gen.-mar. 1999)
Autore: INEA
Osservatorio sulle politiche strutturali
Mantino, Francesco
Viganò, Laura
Barca, Fabrizio
Gatto, Emilio
Povellato, Andrea
Caldarini, Carlo
De Michelis, Nicola
Savio, Cecilia
Barbieri, Stefano
Data: 1999
Editore: INEA
Abstract: Più concorrenza nei mercati del capitale, del lavoro, dei servizi; ammodernamento delle amministrazioni pubbliche; rilancio e riqualificazione degli investimenti pubblici. Queste sono le priorità a cui unificazione monetaria europea e globalizzazione obbligano la nostra economia, se si vuole che le sue risorse migliori riprendano a scommettere con decisione sul futuro e che nuove risorse, umane e di capitale, affluiscano nel Paese. Gli interventi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale hanno, nel quadro dei futuri programmi strutturali, una propria specificità in quanto la recente riforma dei Fondi strutturali ha rafforzato tre principi basilari. L’attuazione degli interventi cofinanziati dai Fondi Strutturali per la fase di programmazione ‘94- ’99 è ormai prossima alla prima, fondamentale scadenza, costituita dal termine del 31 dicembre prossimo per il completamento degli impegni giuridicamente vincolanti. Il termine del primo quadriennio di applicazione, il Reg. (CEE) 2078/92, che incentiva l’agricoltura ecocompatibile, può considerarsi definitivamente affermato in gran parte delle regioni italiane. Questo è in sintesi quanto emerge dal Rapporto di valutazione delle misure agroambientali in Italia. Alcuni dati sull’applicazione di tale regolamento possono dare un’idea della dimensione dell’agricoltura ecocompatibile in Italia. Il 10 e 11 maggio scorso, a Potsdam (Germania), il Consiglio informale dei ministri dell’UE responsabili della pianificazione del territorio (per l’Italia, il Ministero dei Lavori Pubblici) ha definitivamente approvato il progetto di Schema di sviluppo dello spazio europeo (SSSE). Fin dalla fine degli anni ‘70 la Regione Piemonte si è attrezzata per gestire in modo informatico l’iter amministrativo delle pratiche di erogazione di finanziamenti. Infatti, già nel 1979, l’Assessorato Agricoltura aveva messo allo studio, in collaborazione con il CSI Piemonte, un sistema informativo, in grado di gestire in forma automatizzata tutte le notizie e i dati disponibili per il settore agricolo. La strada che i Servizi di Sviluppo Agricolo (S.S.A.) possono efficacemente percorrere per rispondere alle odierne sfide dello “sviluppo rurale” e della “qualità” è quella dell’”integrazione”
URI: http://dspace.inea.it/handle/inea/1237
È visualizzato nelle collezioni:Pubblicazioni
Bollettino Politiche strutturali per l'agricoltura

File in questo documento:

File Descrizione DimensioniFormato
SE5-869.pdf808,84 kBAdobe PDFMiniatura
Visualizza/apri


Questo documento è protetto dal copyright originale

Statistiche

Tutti i documenti archiviati in DSpace sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.

 

ADInea è un servizio dell'Istituto Nazionale Di Economia Agraria | Via Nomentana 41 00161 Roma
Powered by DSpace versione 3.2 - Feedback
Tutti i diritti sono riservati